Italiano

La bandiera della lotta per l’indipendenza dell’Azerbaigian

05.02.2014 | 15:07

1391598267_1391082086_1013216_575044115870419_272661464_nIl nostro combattimento non è così limitato che sarà guidato solo da tre persone. Esso è un combattimento che passerà di generazione in generazione

(M.A.Rasulzade)

 

 I miei studenti mi chiedono spesso 

– Maestro , chi è Mahammed Amin Rasulzade ?

Io rispondo senza esitazione :

  • Mohammed Amin Resulzadeh non è stato solo il fondatore della Repubblica Democratica dell’Azerbaigian , ma soprattutto è stato uno dei leader che amava fortemente l’Azerbaigian .
  • Egli è stato il più grande ideologo nazionale del XX secolo .
  • Mahammad Amin Rasulzade è stato una luce per amare l’Azerbaigian e per renderlo uno Stato forte , una via d’uscita che mostra il futuro , l’ideale della libertà .1391598478_1391085094_946352_577732348934929_252470737_nÈ stato il leader del Movimento di Liberazione Nazionale, il presidente del Consiglio nazionale dell’Azerbaigian (che ha proclamato la Repubblica Democratica dell’Azerbaigian il 28 maggio1918) . Egli ha vissuto una vita molto dura , facendo conoscere l’Azerbaigian non solo nei paesi turchi , ma anche in tutto il mondo islamico. Mahammed Amin Akhmed Hacı Molla oglu Rasulzade  è nato nel villaggio Novkhani di Baku il 31 gennaio 1884 . Anche se suo padre era un uomo religioso , ha motivato  suo figlio a studiare scienze secolari , ma non quelle religiose. Ha mandato  suo figlio alla scuola russo- musulmana il cui direttore era S.M. Ganizade che  ha giocato un grande ruolo nel destino del futuro pensatore.

Mahammed Amin Rasulzade sottolineava sempre l’importanza dell’indipendenza dell’Azerbaigian nei suoi discorsi durante congressi , conferenze , riunioni e assemblee , nonchè  nelle sue discussioni , nelle sue dichiarazioni e conclusioni , sui giornali e riviste che pubblicava , negli articoli e nei libri valutava questo movimento come prima e positiva sfida   per la fondazione della Repubblica Democratica dell’Azerbaigian.

Nel 1915 nel giornale ” Yeni Iqbal”(Nuova Sorte) si è dato inizio al processo giudiziario su Mahammed Amin Resulzade per aver sollevato l’attività dannosa per la regola dell’ordine  pubblico ” . Secondo l’articolo N.23 sulle località a dichiarata condizione militare , è stato arrestato e tenuto in una divisione del carcere di Baku .

I discorsi politici di Rasulzade che ha fatto presso il parlamento trancaucasico nei mesi di febbraio , marzo e aprile  del 1918 , per la costituzione di una confederazione composta dall’ Azerbaigian, il Caucaso settentrionale , la Georgia e l’Armenia e la dichiarazione di libertà del Caucaso separandosi dalla Russia , non perderanno mai i loro valori storici e politici . Dopo il collasso della confederazione trancaucasica , il 28 maggio 1918 ha dichiarato l’indipendenza dell’Azerbaigian come  presidente del “Consiglio nazionale ” , ha firmato un accordo con lo stato ottomano, ottenuto coll’ aiuto militare che ha salvato la nostra esistenza nazionale dalla scomparsa e ha fornito le opportunità alle nazioni del Caucaso per  creare i loro stati nazionali.

 1391598449_1391082562_996838_553314744710023_419633675_nMahammed Amin Rasulzade ha scritto a questo punto : “Con la pubblicazione della  Dichiarazione del 28 maggio 1918 , il Consiglio Nazionale dell’Azerbaigian , nel senso politico , ha dimostrato l’esistenza della nazione azerbaigiana . Così, la parola ” Azerbaigian” è diventata un mondo politico , oltre ad essere un ambito geografico, etnografico e linguistico.

Solo grazie a Rasulzade ” turchismo , patriottismo , organizzazione dello stato nazionale, rivoluzionarismo, populismo, ” hanno raggiunto il livello di politico – nazionalista e Azerbaigianismo .

Il 10 dicembre 1918, nella seconda riunione del Parlamento della Repubblica dell’ Azerbaigian Mahammed Amin Rasulzade ha detto: ” Mentre stavamo combattendo per la libertà dell’Azerbaigian , siamo stati attaccati sia da sinistra che da destra . Tutte e due le parti negavano  la libertà dell’Azerbaigian . Quelli di destra dicevano che noi dicendo Azerbaigian facevamo del male all’Islam . Quelli di sinistra affermavano che  questa lotta li avrebbe fatti separare dalla Russia e avrebbe formato il governo dell’ ex khan , bey . Ma oggi i difensori dell’Azerbaigian hanno raggiunto il loro obiettivo . Ora entrambi , sia quelli di destra che di sinistra devono unirsi, non devono negare l’esistenza dell’Azerbaigian . Nella coscienza della nostra società si è già incisa l’indipendenza dell’Azerbaigian. La nostra bandiera tricolare e orgogliosa ha unito tutti noi insieme ” (Repubblica Democratica dell’ Azerbaigian ( 1918-1920 ) Parlamento (rapporti stenografici ) Ic ed B., 1998, p 50. . . ) .

Nel 1907 nella rivista ” Fyuzat ” l’uomo che ha dato la forma e la definizione della bandiera azerbaigiana , era Ali bey Huseynzade . Ma la sua definizione politica è stata data da Rasulzade . I primi colori della nostra bandiera  erano blu , verde , rosso. Ma  Rasulzade ha modificato il modulo in blu ( turchismo ) , rosso ( modernismo ) , verde ( Islam) . Ha spiegato che  dobbiamo dimostrare al mondo che il nostro Stato è innovatore , lo stato che preferisce i valori europei .

 In un lasso di tempo, per 23 mesi gli intellettuali sostenitori del nazionalismo, e dell’ideologia dell’Azerbaigianismo sono riusciti a svolgere lavori in ambito politico-ideologico, economico e nazionale-morale che non è stato così facile realizzare neanche per decine di anni.

Da un lato Mahammed Amin Rasulzade ha sostenuto l’ idea nazionale dell’Azerbaigian , dall’altro ha dimostrato che l’Azerbaigianismo era una parte inseparabile del turchismo e turanismo. Prima della fondazione della Repubblica Democratica dell’Azerbaigian (1917) , Rasulzade ha avanzato una proposta sulla richiesta dei  turchi-tatari della Russia e dei turchi dell’Azerbaigian per l’autonomia, allo stesso tempo ha offerto di formare un Consiglio Nazionale composto dai rappresentanti degli stati autonomi turchi.

Per quanto riguarda l’opinione pubblico – politica dell’Azerbaigian , la differenza tra le nozioni  ” nazione” e “nazionalità” non è chiara ancora a tutti. Negli anni in cui  i bolscevichi hanno causato la morte delle più importanti figure della nostra patria con lo stigma “nazionalista”, Rasulzade ha cercato di dimostrare che ” nazionalista ” è simile al termine “patriottismo” ed è il processo socio- politico più onorevole  nel mondo .

Mahammed Amin ha scritto : ” Un nazionalista è prima di tutto un patriota e il termine” patriota “usato dagli europei ha lo stesso significato del termine ” nazionalista “. Cioè è completamente diverso dal termine ” nazionalismo ” che viene usato dagli europei .

È dovuto andare all’estero dopo gli attacchi dei bolscevichi. Ma egli continuava a lottare per la libertà anche all’estero . A quel tempo il grande genio con preveggenza ha scritto :

 1391598482_1391084985_800px-resulzade_anitqebirde” La verità certamente splenderà un giorno, coloro che sostengono la libertà , i diritti umani e il principio delle Nazioni Unite vinceranno . Il sole della vittoria sorgerà di nuovo nella nostra patria che soffre sotto la tortura di dispotismo . Non ne ho dubbio assolutamente,  miei cari cittadini! “

Le aspettative di Rasulzadeh sono diventate reali e nel 1991 l’Azerbaigian ha ottenuto di nuovo la sua indipendenza . Mahammed Amin Rasulzade è morto il 6 marzo 1955, alle 22: 50. Come ha detto il suo caro amico Abdulvahab Yurdsever sulla  sua tomba : “ Il suo nome è un simbolo di una lotta onorevole. La sua vita è una torcia eterna. La sua via è quella della libertà e della vittoria. È il suo corpo che stiamo seppellendo. Ma nelle nostre menti e nei nostri cuori ci sarà sempre il suo sipirito immortale.

Il giornale ” Birlik “, pubblicato in Gars ha scritto di lui: “Era una bandiera della lotta per la salvezza dell’Azerbaigian. Quella bandiera sarà sempre a sventolare nelle anime di tutto il  Turkismo . Mahammed Amin Rasulzade , che ha occupato un posto speciale nella pagina dei grandi della storia turca, vivrà in eterno .

Sia in pace il suo spirito .

Zaur Aliyev ,

Membro dell’ANSA

Direttore del Centro Diaspora e Lobby Ricerca Sientifica

Dottore in filosofia politica

 

“KarabakhİNFO.com”

          

05.02.2014 15:07

Lascia un commento:

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*