Italiano

La storia di Zangelan

30.10.2013 | 12:45

1383122589_1381192_10151684290882691_1326018542_nSotto il nome di fondare un distretto a Mehri si dettero 3 villaggi (Nuvedi, Ernezir, Tughut) di Zangelan all’Armenia. Nella regione si può incontrare una serie di grotte ( nelle montagne Asgulum e Susen)e questo fatto dimostra che in questa zona ebbero vissuto uomini di preistoria. Però si fondò come un distretto nel 1930. Zangelan possiede una superficie di 707 kmq, popolazione di 35.351. Questa regione comprendeva una cittadina di tipica città, una cittadina, 81 villaggi.

 

Era una regione situata sull’ intreccio d’Orinete e d’Occidente, uno dei centri principali comerciali.  I castelli, centri di osservanza ed i monumenti culturali, monete antiche, utensili per casa esplorati  durante le operazioni di scavi archeologici affermano di nuovo che la regione ha una storia antica. Negli anni 60 nel corso dei lavori di agricoltura si trovò un sacco delle tombe a forma di brocca( tali tombe furono stati in Azerbaigian a partire dal II secolo a.c fino agli inizi del secolo d. c) e Le monate appartenenti ai  IV-II secoli a.c la cui maggioranza veniva coniata in nome di Allessandro Magno  dimostrano che la poszione della regione giocava un ruolo cruciale   nel commercio internazionale.

 

A proposito della costruzione della giunzione d’acqua di Khudaferin nella regione, si svolsero  gli scavi archeologici nel 1974 e 1979. Venné rilevato che la zona era ricca di monumenti architettonici. Uno di essi che  si trovò nel villaggio Sharifan è il monumento chiamato Shahri-Sharifan (o Shariban, Shabran).Una grande parte del monumento venné lavata dal fiume Hakara . La zona dei resti della città include una superficie di 9 ettari,  dal aspetto geografico e strategico situata in una posizione favorevole, circondata  a ovest dalla catena montuosa  ed a est dalla costa ripida del fiume Hakara.

 

La storia di ZangelanSecondo Hamdullah Gazvini, famoso geografo e storico che visse nel XIV secolo, la fondazione di Zangelan si base sul 15 ° anno del calendario dell’Egira, cioé nel 636.

 

Gli storici in relazione al nome di Zangelan sostengono che la radice di questa parola è legata ad Zange-Ata. Chokan Valixanov,studioso kazako dice che nella mitologia chirghisi la persona che protegge la mandria viene chiamata Kambar-Ata , l’altra che difende il bestiame si chiama Zange-Ata. Qui sembra che l’espressione ha un senso sacro.

 

Una delle numerose tribù turche dei tempi antichi, è zange che si chiama anche in forma di sanqi . Il fiume di Zange che fecé nascere il nome della regione di Zangebasar  ebbe preso il suo nome dalla tribù di zange stabilita lungo il fiume suddetto. Questa tribù stabilita  non solo nella valle di Aghri, ma anche nella regione chiamata Zange (Zangazur). Così, i zengi che misero le loro traccie nei toponimi di Zangelan e Sangachal dell’Azerbaigian settentrionale una volta  si trasferirono fino alle steppe del Turkistan .

 

Alcuni studiosi affermano che il toponimo ha legame con il kin di Zangene appartenente ai Gizilbash . Nel periodo di Safavi questo kin fu diffuso nelle ampie zone. Una altra parte pensa che il toponimo deriva dal etnonimo di zange. Zang-Sang nella antica lingua persiana significa roccia di sasso , pietra singola o  la collina . Viene utilizzata come la terra dei zangi.

 

Secondo la fonte del VII secolo il luogo residenziale, Zangekhan situato vicino al ponte Khudaferin è Zangelan. Alcune fonti sostengono la derivazione del toponimo dalla parola di “zengi”. Oltre a queste affermazioni dobbiamo dire che uno dei kin stabiliti in Iran si chiamava zengi.

 

Dopo l’occupazione russa il territorio della regione fino al 1828, la cui parte occidentale di Basitchay inserita a Nakhchivan,  la parte orientale al canato di Karabakh. Dopo la conquista del Caucaso meridionale venné effettuata nuova suddivisione territoriale-amministrativo. Si fondò la gubernija Yelizavetpol nel 1868. Di seguito vennero creati gli uyezd – Shusha, Yelizavetpol e  Zangezur di questa provincia. Secondo la nuova suddivisione il territorio di Zangelan fu incluso al uyezd di Zangezur

 

Durante le riunioni tenute dal Presidium del Comitato esecutivo centrale della Transcaucasia (01. 01.1927 , protocollo n.2, comma 5): portarono a tavolo di discussione le questioni relative all’appartenenza di 24 villaggi degli uyezd Merhi-Jabrael (20.VI. 1927; protocollo n .18, comma 1) del territorio di 1.065 dessiatina degli uyezd di Zangazur-Kurdustan a favore  dell’Armenia.

 

La storia di ZangelanAncora una volta, nella riunione organizzatasotto la presidenza dell’autorità legislativa diM.Skhakaya , con la presenza dei rappresentantidella Unione Sovietica dell’AzerbaigianM.Bagırov D.Bunyatzadə e degli altri(18.11.1929,protocollo n.3a proposito di creare un distretto a Mehri e così risolvere il destino ditre villaggi di Zangelan (Nuvadi, Ernəzir, Tugut) a favore dell’Armenia. I “leader” di Zangelan “dettero ragione” al loro atteggiamento che questi villaggi erano così lontani dal centro della regione  e si trovavano nelle diverse direzioni e questi fatti rendono difficili i contatti con essi e così via. Nel 1929-1931 in conseguenza di annessione di Nuvadi, Aldere, Lehvaz, Astazur e altri all’Armenia si fondò un distretto a Mehri.

 

Nei documenti del 1915  si dimostra che Zangelan fu incluso al uyezd di Jabrail ed in questa mappa si indicano i villaggi di Zangelan (Genlik,Aladdin,Dellekli)

Negli ultimi 2 anni Zangelan non possiedeva un unico confine e nel agosto del 1930 venné formato come una regione indipendente e contiene un area determinata precisa. Si  conferì a Zangelan lo status di città.

 

Una delle foreste di platani piu enormi e rari dell’Occidente si trova nella regione di Zangelan. Nel 1974  presso il bacino del fiume di Araz venné creata la riserva statale Basitchay che possiede una superficie di 117 ettari. La foresta di platano orientale include 12 km di distanza lungo il fiume . L’anno degli alberi raggiunge 500. Il platano orientale si è inserito nella lista rossa.

 

 

 

Zaur Aliyev

Membro dell’ANSA,

Direttore del centro per le ricerche scientifiche di Diaspora e Lobby

Dottore in Filosofia politica

 

 

 

“KarabakhİNFO.com”

 

 

 

 

30.10.2013 12:45

Lascia un commento:

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*