Italiano

Scuole armene in attività nello stato ottomano

23.04.2014 | 14:37

1398245788_1397220391_Nei libri di geografia della scuola media il nome di Van viene menzionato come Vaspotaqan, Arzurum come Garin, Diyarbekir come Dikranagerd. Questi libri  sono dedicati maggioramente alle province orientali. Insegnanti membri del Comitato quando parlano dello stato ottomano, dicono che le terre anatoliche armene sono state occupate dai turchi e che salvare la patria dei loro antenati è un dovere nazionale per gli armeni 

 

Alla vigilia della prima guerra mondiale, i missionari americani che sono venuti in Turchia al fine di cristianizzare musulmani ed ebrei hanno iniziato attività semi-aperta e semi-segreta tra i cristiani locali contro i turchi. Il riconoscimento della Chiesa armena protestante dall’Impero Ottomano secondo “lo statuto della nazione armena,” ha creato un’opportunità per i missionari americani di raggiungere i loro obiettivi.

 

Robert College di Istanbul è stato fondato da un pastore cristiano, dott.Sirus Hamlin. L’obiettivo è quello di distruggere il turchismo , e diffondere il cristianesimo! Il Collegio in una sezione della “scuola prete armeno” cercava di realizzare l’innalzamento dei ribelli. Tutti i costi di tale Scuola venivano finanziati da ebrei francesi. Interessante, molti commissionari armeni partecipanti alle proteste di Bulgaria erano laureati del college.

 

Missionari americani hanno aizzato gli armeni contro i turchi , per capire questo è sufficiente analizzare le loro attività a Gaziantepe. Fino al 1817 non c’è stato nessun missionere a Gaziantepe. Bord era la prima spia che si occupava degli armeni della Turchia. Si è trasferito verso la città nel 1818 e ha iniziato le attività sporche.

 

Ali Nadir Unler nella sua opera “La tutela di Gaziantepe” nota che prima dell’arrivo dei missionari americani in questa città gli armeni parlavano in turco, nel dialetto di Gaziantepe e hanno imparato l’armeno presso il Collegio americano.

 

Gli Armeni che vivono a Gaziantepe prima di essere indotti dagli americani , eseguivano il loro culto in turco. Dopo l’unione delle prime chiese stabilite a Istanbul nel 1848, lo stabilimento della seconda a Gaziantepe suscita curiosità. I Missionari hanno aperto  una Facoltà di Medicina e un American College a Gaziantepe. I laureati di queste facoltà di istruzione superiore con una borsa di studio degli Stati Uniti studiavano a Babek e ritornavano a Gaziantepe. Dei 58 studenti della scuola protestante Qayaciq 52 studiavano con una borsa di studio di “Kili itdihade”, una organizzazione contro la Turchia.

 

Fonti armene scrivono dell’esistenza di 42 scuole armene a Istanbul nel 1860. Il numero delle Scuole armene a Istanbul nel 1871, ha raggiunto 51. A quel tempo, nella charter che era essenziale nella direzione di tutte le scuole armene si dice come seguente :

 

“Articolo 3.  Lo Studente prima dell’inizio delle lezioni deve andare in chiesa ogni mattina e partecipare alle cerimonie religiose. Alla fine delle lezioni non tornare a casa senza la preghiera in chiesa…

 

Articolo 7. L’ Insegnamento religioso dovrebbe essere estremamente apprezzato.

 

Articolo 8. Si dovrebbe dare seria considerazione alla comunicazione degli studenti in armeno ed a non usare delle parole straniere. ”

 

Nell’Impero Ottomano ” Maarifi-Umumiye Nezareti ” (Ministero dell’Istruzione) è stato istituito nel 1847. Il 22 ottobre 1853, dopo 6 anni, è stata fondata la “Commissione Educativa armena”. Nel Decreto di Riforma si è approvato che lo Stato non non apparteneva ai musulmani, così i leader armeni DrServicen, Kaspar Sinapyan, dr. Panarok Feruhan hanno cominciato le loro attività e hanno stabilito la cosidetta commissione. La “Commissione educativa armena” rapidamente trasformata in una organizzazione nazionalista armena, ha dato inizio ad una operazione di nazionalismo  . Così, entro i confini dell’impero, le scuole e commissioni educative armene sono state istituite e studenti armeni di talento hanno potuto essere assistiti dallo Stato.

 

È noto che la Commissione di Istruzione opera per l’ideologia nazionale armena, e in un breve tempo di lavoro si è riuscito ad aprire centinaia di scuole. Queste scuole matenevano uno stretto contatto con scandalisti di cittadinanza armena, davano anche lezioni alle spie straniere.

 

Così, durante la Prima Guerra Mondiale, si sono aperte nuove opportunità per l’organizzazione della minoranza armena. Come risultato, il numero delle scuole aperte nei territori a cui gli armeni avanzavano rivendicazioni territoriali e che le forze armate armene durante la guerra, hanno usato come stoccaggio di munizioni è aumentato.

 

Secondo le informazioni ottenute, in Anatolia durante la Prima guerra mondiale, c’erano 1.145 scuole Grigoryan. È necessario aggiungere il numero delle scuole protestanti ,cattoliche armene, nonchè quelle speciali a questa cifra.

 

Nelle scuole si preparavano particolari  tabelle per eccitare  giovani armeni, insegnavano pittori armeni, poeti armeni che hanno scritto ninne nanne che educavano i bambini in culla con inimicizia contro i turchi , poesie che lodavano i combattenti armeni. I generali armeni Arshak Derqosyan e Loris Melikov che hanno aderito alla guerra turco-russa degli anni 1877-1878 sono stati promossi come una fonte di orgoglio. Le scuole aperte per bere il sangue dei turchi sono state utilizzate come deposito di armi. Tale verità è sfuggita  all’attenzione dei turchi per molti anni, ma sarebbe emersa con gli eventi di Erzurum.

 

I commissionari  alla ricerca di un pretesto per tirare fuori tutto il problema entro i confini della Turchia hanno portato un sacco di armi, bombe dalla Russia alla scuola Sanasaryan e chiese di Erzurum. Quando il governatore di Erzurum Smith Pasha è stato informato della situazione, ha ordinato la ricerca di queste aree. Tuttavia, i commisionari ottenendo informazione su tale ordine hanno fatto una misura precauzionale. Hanno aperto il fuoco contro gli agenti per la ricerca. Tre soldati turchi e un poliziotto turco sono stati uccisi. Tuttavia, le scuole e chiese trasformate in deposito per le armi sono state indagate e si è trovato un gran numero di meccanismi per fare pistole , conchiglie, e spade.

 

Le attività dannose dei commissionari armeni sono state rilevate dall’autorità interna dell’Impero ottomano e sono state pubblicate sulla stampa. In questo libro che è uno dei documenti importanti sulla questione armena si possono trovare le seguenti note sulle attività dei commissionari:

 

“I Membri della commissione sono  entrati nelle scuole. Gli Insegnanti, in particolare quelli fanatici, membri di Dashnak, ramqavar e Hncak sono stati eletti. Sono stati scritti libri finalizzati alla ribellione, la nazione e l’indipendenza che avrebbero distrutto le opnioni dei bambini, si sono preparate le opere che avrebbero aumentato l’odio e il rancore contro il turchismo ed i  turchi “.

 

I libri delle scuole secondarie a partire dal 1 ° anno erano serviti a questi obiettivi. Rivediamo alcuni esempi. Ad esempio, l’articolo sotto il titolo “Hamiyeti Yervant” era così: ” Yervant è un amico. Gli voglio tanto bene, perché è un ragazzo patriota, parla molto bene l’armeno, segue con grande attenzione le materie riguardanti la nostra lingua e la storia nazionale. Non assomiglia a quei bambini che quando parlano usano delle parole straniere e non come quelli che leggono sempre dei libri europei . E poi può spiegare le questioni armene, l’eroismo dei re armeni ed il loro fiasco  . Dovunque vede una foto di un nobile scrittore di un nobile scrittore armeno può conoscerlo e dire il suo nome. ”

 

Nello stesso libro incontriama la poesia “Il Bambino armeno”:

“Sono un bambino armeno di origine armena,

Parlo le lingue di Hayk, di Aram

Non ho né la corona, né l’oro, né il diamante,

Tuttavia, il mio cuore è ricco.

Son Onesto.

Son sul fuoco con amore e nostalgia per la mia nazione.

Vive lo spirito degli eroi dentro di me.

Il Fuoco nello Spirito Santo dei miei antenati

Non lo cambierò per i tesori.

Anche se privo di fortuna, subito crudeltà e torture,

Armeno non mendicherà a chiunque in qualsiasi momento … ”

 

Gli stessi scrittori hanno scritto un altro libro di lettura per le scuole secondarie. Nel cosidetto libro in una poesia sotto il titolo “il bambino armeno” si dice:

 

Hey, il bambino armeno,

Bambino eroe.

Sei della generazioe dell’eroe Vartan

Siì onesta

Che la tua nazione sia fiera di te,

Siì uno scienziato.

Governa la tua patria,

Diventa un grande leader.

Solleva  lo spirito della tua nazione.

Ogni bambino armeno è costretto

a seguire l’opera del suo eroico antenato

e a rispettare la sua patria.”

Un’altra poesia “Ittihad” nel cosidetto libro:

 

.

Non fa differenza a quale credenza appartenete,

Lavorate fianco a fianco

Abbiate la stessa lingua, la stessa patria.

Rimanete attaccanti  l’uno all’altro

Armeni!

Non fa differenza a qual commisione appartenete

 

Camminate sempre insieme tenendovi per mano,

Abbiate la stessa lingua, la stessa patria.

Allora possediate lo stesso obiettivo, lo stesso spirito!

 

In Quale posizione ovunque voi siate,

Sempre collegatevi cuore a cuore,

La stessa tempesta ha distrutto la vostra vita.

Siate stretti amici nell’aldilà .

Armeni!

 

Ovunque Sotto qualsiasi stella viviate o

Lavoriate

Avete bisogno dell’amore di fratellanza,

dalle tombe i vostri progenitori

Vi consigliano l’unione

 

In un’altra materia si scrive:

 

 

“La prima lezione tratta dell’ Armenia. L’Armenia è un paese dove hanno vissuto i nostri antenati, il cui nome è legato alla nazione, il nostro paese attualmente diviso tra tre stati. L’Armenia fu un paese troppo affollato e felice .

 

A nord  l’Armenia è circondata dal Ponto (Mar Nero)   e dal Rasdan (Georgia), a est dal Mar Caspio e l’Iran, a sud dall’Algeria e Assuristan, a Ovest fiume Alus (Qızılcay) ”

 

“Armeni in Turchia. Dopo che la maggior parte dell’Armenia è stata conquistata dai turchi, è avvenuto l’inizio delle torture dei tatari. Armeni e altre nazioni hanno sofferto a lungo fino all’annuncio della loro costituzione, il governo russo ha proclamato la guerra contro l’impero ottomano per l’adozione dei cristiani”

 

La questione armena si racconta così:

 

“Le violenze, estorsioni e rapine, omicidi, l’attività del governo di Sultan hamid, la situazione degli armeni  hanno portato i turchi alla denuncia in Europa. Allo stesso modo, la questione armena è emersa.

 

La Guerra turco-russa è finita nel 1878, alla presenza degli ambasciatori stranieri è stato firmato l’accordo d’intesa, l’onorevole patriarca armeno Nerses Varjapetyan ha raccontato della sofferenza e del dolore degli armeni agli ambasciatori, e ha chiesto a loro di trovargli una via d’uscità. La questione armena è stata adottata come l’articolo 16 . Ma nello stesso anno, una conferenza tenuta a Berlino  eliminandoLO ha consolidato i vostri desideri  coll’articolo 61… ”

Dallo stesso libro sono presi parte alcuni scritti che giustificano le loro azioni in nome dei comitati armeni e dei massacri degli armeni, e che avvelenano i cervelli dei bambini.

 

Nei libri di geografia della scuola media il nome di Van si menziona come Vaspotaqan, Arzurum come Garin, Diyarbekir come Dikranagerd. Questi libri sono dedicati maggioramente alle province orientali. Gli insegnanti membri del Comitato quando parlano dello stato ottomano, dicono che le terre anatoliche armene sono state occupate dai turchi e che salvare la patria dei loro antenati è un dovere nazionale per gli armeni La lettura dei libri pubblicati secondo gli sforzi compiuti dai membri del Comitato e selezionati dal Patriarcato era obbligatoria. Da parte degli studenti imparare a memoria interessanti, vecchie e nuove  poesie incluse alla letteratura era obbligatorio. Nei quaderni e libri di letteratura, storia, geografia, matematica e altri libri  c’era lo stemma e la mappa falsificata di Armenia. Il Patriarcato nominava i presidenti , membri (provenienti dalla Russia) del comitato  per la direzione e l’insegnamento della scuola. La grande scuola armena di Qalatada (Getronaqan) è divenuta un centro di opportunità nelle mani di queste persone. Le discussioni più importanti del comitato hanno avuto luogo in questa scuola ed in quella Sanazaryan.

 

Oltre a scuole, libri, l’altra cosa notevolmente interessante è le cronache scritte pubblicate ogni anno da scrittori armeni. Ogni anno, uno di loro di nome Teotik  nella sua cronaca “Armenon Daresevisi” ha illustrato con dipinti degli armeni membri del comitato, immagini di stranieri che dedicavano alla questione armena queste poesie e articoli.

 

 

 

Bextiyar Adiloglu

 

 

“KarabakhİNFO.com”

 

 

 

 

23.04.2014 14:37

Lascia un commento:

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*