Italiano

SEPARATISMO ARMENO

10.12.2014 | 11:02

ermeni separatizmiQual è il pericolo nel separatismo armeno che minaccia l’umanità? … Se il diritto all’autodeterminazione degli armeni del Karabakh verrà adottata dalla Comunità internazionale , allora saranno inclusi al minimo 200-300 nuovi stati nella mappa politica del mondo nel XXI secolo, e questo sarà realizzato per il merito della divisione dei grandi paesi abitati da molti popoli. Così, gli USA – saranno divisi in stati Anglo-Saks, africano, messicano, armeno, ecc; la Russia – tartaro, Bashkir, Dagestan, ceceno, armeno; Francia – francese, arabo, armeno, e così via. Lo stesso pericolo corrono anche l’India, la Cina, l’Iran e altri paesi.

 

 

 

Intanto, vale la pena di ricordare che a metà degli anni ’90 del secolo scorso, l’Unione europea, sotto la guida di Robert Badinter aveva istituito una commissione speciale sul diritto costituzionale che tale commissione ha descritto “il diritto all’autodeterminazione”, come un principio di “protezione dei diritti individuali”. Ma, sicuramente non si trattava della teoria con cui gli armeni hanno realizzato illegalmente in un altro stato il cosiddetto diritto che nel caso era contrario alle norme giuridiche internazionali.

 

 

 

In condizioni moderne il terrorismo si abbina al separatismo caratterizzato dall’applicazione di metodi, su base regolare, di pressione ideologica e religiosa contro gli avversari. Questo fatto si dimostra con l’ omicidio, la violazione, la provocazione, il sabotaggio, il boicottaggio, la cospirazione.

 

 

 

Terroristi e separatisti armeni nel loro “lavoro” quotidiano, attraverso la stampa, la televisione, la radio, internet, video, floppy disk, usano materiali promozionali. Questa propaganda si riflette nella guerra per l’occupazione della regione del Nagorno-Karabakh dell’Azerbaigian. La guerra di propaganda è iniziata con la creazione del partito Dashnaksutyun, intensificata fin dagli anni ’70 del secolo scorso, mentre gli anni ‘ 80 era già in forma aperta.

 

 
Già in URSS, USA, Francia, Grecia, Italia, sono apparse numerose pubblicazioni. Lo scopo principale di tutte queste pubblicazioni era quello di giustificare le rivendicazioni territoriali neı confronti di Azerbaigian .In passato, l’ex vice-presidente della Duma dello Stato Russo S. Baburin durante l’incontro con il personale dei docenti dell’Università Statale di Baku, ha detto che gli armeni avevano speso una grande quantità di denaro attraverso i mezzi di massa della Russia, per pubblicare materiali contro l’Azerbaigian.”

 

 

Il terrorismo armeno, per scopi politici è legato al separatismo statale. Questo movimento ha avuto inizio nel Nagorno-Karabakh, l’Abkhazia, l’Ossezia del Sud, la Transnistria ed è diffuso in altre regioni.

 

 

 

Aynur Taghıyeva
“KarabakhİNFO.com”

 

 

10.12.2014 11:02

Lascia un commento:

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*