Italiano

Si è dato un appartamento in un edificio chiamato “Monolit” al grande compositore

27.01.2014 | 11:21

1390807238_1389355607_zeyirhacbeyov658kUzeyir bey Abdulhuseyin oglu Hajibeyli è nato il 18 settembre 1885 nel distretto di Agjabadi.  Il compositore di fama mondiale, artista onorato azerbaigiano, famoso musicista, scienziato, pubblicista, drammaturgo, insegnante e personaggio pubblico è stato anche il fondatore dell’arte di musica professionale moderna e dell’opera nazionale dell’Azerbaigian.

Uzeyir Hajibeyov è venuto alla luce in una famiglia di tre fratelli e due sorelle. Tutti i figli della famiglia sono nati a Shusha, tranne Uzeyir. La sua nascita in Agjabadi ha una sua storia. Il padre di Uzeyir Abdulhuseyn era l’impiegato personale della figlia del khan, Khurshidbanu Natavan, allo stesso tempo governava la sua fattoria. Ecco perché era lì per la maggior parte dell’anno. La signora Shirin quando era incinta a Uzeyir ha deciso di andare in Agjabadi a trovare suo marito e poi ritornare a Shusha. Per vedere le sue sorelle prima si è recata a Agdam. Ma le sue sorelle non l’hanno lasciata andare così presto. Quindi lei è stata ospite da 8 sorrelle. Quando è andata  in Agjabadi era già tardi per ritornare a Shusha. Lei ha dato alla luce il suo bambino, che sarebbe stato il futuro genio dell’Azerbaigian.

Questa volta ci mettiamo in cammino per la casa-museo del grande compositore. Ci accoglie il direttore del dipartimento, pedagogico, Gulnara Alasgarova. Il nostro interlocutore ci presenta il museo e parla della creatività del genio compositore.

Il 20 novembre 1975 la casa- museo di U.Hajibeyov  è stato aperto in occasione del 90° anniversario della nascita del  compositore. L’ordine finalizzato ad aprire questo museo è stato dato dal nostro leader nazionale, Heyder Aliyev. A questo proposito nel museo ci sono anche diverse foto.

Si è dato un appartamento in un edificio chiamato “Monolit” al grande compositoreIl museo si compone di 5 stanze(una della mostra, le altre 4 in memoria) dove egli ha vissuto e creato. Il genio dell’Azerbaigian era l’abitante di questa casa per 27 anni, negli anni 1915-1942. Nel 1942 si è dato  un appartamento in un edificio chiamato “Monolit” al grande compositore. È morto qui dove ha passato sei anni della sua vita.

Qui U.Hajibeyov ha composto le opere “Koroglu” e “Sensiz Sevgili janan”(Senza di te, amore mio”). Lui è stato l’autore di 7 opere(“Leyli e Mejnun”, Shah Abbas e Khurshudbanu Natavan”, “Rustem e Sohrab”, “Harun e Leyla”, “ Asli e Kerem”, “Sheykh Senan” e l’opera non completata, “Shahrabanu”) e 3 operette ( “Er ve Arvad”- Marito e moglie”, “O olmasin bu olsun” e “Arshin mal alan”). Inoltre, è stato il compositore della musica e del libretto di una serie di grandi opere.

Il grande compositore ha aperto il primo Conservatorio Statale dell’Azerbaigian nel 1921 e le scuole musicali, e ha fondato le orchestre di strumenti musicali dello Stato dell’Azerbaigian. Questi erano i suoi contributi alla musica  .

Al Conservatorio il cui fondatore era Uzeyir hanno studiato grandi compositori come J.Jahangirov, S.Alasgarov, F.Amirov, G.Garayev, S.Hajibeyov, Sh.Akhundova, A.Abbasov, H.Mammadov, A.Rzayeva, H.Najafova ed ecc.

I poeti azerbaigiani M.Mushfig e S.Vurgun erano suoi stretti amici . Nel museo si possono trovare le foto scattate assieme ai due poeti.

L’Onorato Art Worker, compositore e direttore del Museo di casa di U.Hajibeyov, Sardar Farajov costantemente conduce ricerche sulla creatività di U.Hajibeyov . Lui raccogliendo dagli archivi le parti scomparse della commedia musicale “Er e arvad” le ha ridato vita e l’ha messa in scena presso il Teatro Musicale. Di recente su iniziativa di Farajov questa operetta è stata restituita alla scena.

Va notato che c’è un crescente interesse degli ospiti dell’Azerbaigian del Sud, della Turchia, della Russia e degli altri paesi per il museo.

Il 20 ottobre di quest’ anno, in occasione del 100 ° anniversario del compositore, la commedia musicale “Arshin mal alan”  è stata messa in scena e accolta con grande ammirazione da parte degli ospiti.

Quindi, sfruttando questa occasione, troviamo la possibilità di visitare la casa-museo del genio compositore , scattiamo alcune foto e ringraziamo il nostro interlocutore per averci dedicato il suo tempo e ce ne andiamo.

 

Vasif Alihuseyn

 

“KarabakhİNFO.com”

 

27.01.2014 11:21

Lascia un commento:

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*